Barcellona è la meta turistica estiva più gettonata della Spagna, accanto alle isole baleari come Ibiza e Formentera.

I biglietti aerei sono abbastanza economici anche nel periodo estivo, infatti potete scegliere diverse compagnie aeree in base al vostro budget. Lo stesso discorso vale per le strutture ricettive.

La mia esperienza a Barcellona

Dopo aver prenotato un volo aereo diretto da Bari a Barcellona sono arrivata all’aeroporto El Prat.

Quando arrivate a Barcellona dovete prendere in considerazione due fattori:

1- la città ha tre aeroporti ma il principale è El Prat de Llobregat.

2- A Barcellona si parla lo spagnolo catalano, infatti tutte le insegne sono scritte in lingua catalana. Non preoccupatevi però perchè potete comunicare tranquillamente in spagnolo europeo. Tutti vi capiranno!

i transfer

All’uscita dell’aeroporto ci sono diversi autobus, taxi e navette che vi portano in città e sono molto facili da trovare: hanno costruito un piazzale dedicato agli spostamenti verso la città.

Molti alberghi mettono a disposizione navette private. Vi consiglio di chiedere alla struttura prima di partire.

Ho alloggiato all’hotel Fira Congress che offriva il servizio navetta gratuito. Consiglio davvero questa struttura luxury se siete alla ricerca di una vacanza rilassante, nella periferia della città ma allo stesso tempo abbastanza economica.

Per arrivare nel centro di Barcellona da qualsiasi parte periferica della città, potete comodamente utilizzare la metropolitana.

Cosa visitare a Barcellona

Il tipico itinerario di Barcellona comprende:

La Sagrada familia, è il primo monumento da visitare a Barcellona, il simbolo della città, presente su cartoline e su loghi. Uno dei simboli architettonici spagnoli per eccellenza, opera di Gaudì. La cattedrale è stata ristrutturata pochi anni fa ed è possibile visitarla all’interno, acquistando un biglietto.

Il secondo monumento più famoso è Casa Batllò di Gaudì, un museo modernista a cielo aperto dai colori sgargianti.

Dovete assolutamente ritagliarvi del tempo per raggiungere Parc Güell, posizionato su una collina dalla quale è possibile godere di una vista straordinaria sulla città. Il parco, ideato sempre da Gaudì, è inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’umanità Unesco. Passeggiare nel parco, sarà una vera e propria visita al museo: la sala delle 100 colonne, le due case, la scalinata con la salamandra decorata e la panchina a forma di serpente dove potete godere di una vista spettacolare di Barcellona.

Inoltre una passeggiata sulla Rambla, con i suoi mercati locali vi farà entrare nel cuore della città. Potete visitare La Pedrera, Camp Nou per gli appassionati di calcio, Montjuïc e la Boqueria, il mercato più famoso della Spagna. Parc de la ciutadella al tramonto vi lascerà senza parole.

Il quartiere balneare della Spagna è la Barceloneta, raggiungibile in metropolitana. Questo è un vero e proprio Barrio ( quartiere) tipico spagnolo così come il Barrio gotico. Troverete ristoranti, discoteche, artisti di strada, pura magia e la vera movida!

Dove ho mangiato la paella

La paella è il piatto spagnolo più famoso al mondo. Ho mangiato la paella più buona di sempre nel quartiere di Barceloneta, in un locale vicino la spiaggia El rey de la gamba. Questo locale molto pittoresco offre piatti super a base di pesce e tanto altro.

Barcellona è stupenda, bisogna visitarla almeno una volta nella vita!

E voi, ci siete mai stati a Barcellona?

3 pensieri riguardo “Barcellona: la mia vacanza in Spagna

Rispondi a Dina Messi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...